ViaggiAzalay, turismo consapevole in Egitto

  Home >  News > Dettaglio

mercoledì 25 maggio 2022
 

CHI SIAMO
 
I NOSTRI VIAGGI  
INFORMAZIONI GIURIDICHE
INFORMAZIONI UTILI  
TURISMO CONSAPEVOLE
DARWISH  
TAPPETI & KILIM  
LINK  
VOI E L'EGITTO  
CONTACT  
Forse la più antica carta geografica che rappresenta il Nilo

NEWS

04/07/2022
GRAN TOUR DELL'ISLANDA CON MAURIZIO ROSSI DAL 4 AL 15 LUGLIO 2022. ANCORA POCHISSIMI POSTI
ASSICURAZIONI ANNULLAMENTO VIAGGIO, COVID-19, SPESE MEDICHE E BAGAGLIO INCLUSE NELLA QUOTA GRUPPI MAX 22 PERSONE PULLMAN SANIFICATO RIMBORSO DELLA QUOTA O VOUCHER (A SCELTA DEL PARTECIPANTE) in caso di impossibilità allo svolgimento del Viaggio dovuto a nuove normative Anti-Covid, che rendano IMPRATICABILE l'attuazione del Viaggio. MEZZO DI TRASPORTO Aereo + pullman + traghetto single-manL'Islanda è una terra di fuoco e di ghiacci, una terra degli opposti, dei contrasti, un'isola estrema. E non solo per ragioni geografiche, geologiche o climatiche, ma anche demografiche: si passa dai bagni di folla delle notti di Reykjavik a intere giornate di viaggio solitarie, quando immersi nel silenzio del Nord, sotto una volta celeste che pare calarsi sempre più sopra il blu dell'oceano, per ore ed ore non incontri anima viva. Si è come dentro l'Anima del mondo. "Pochi si interessano all'Islanda", scrisse il poeta W.H. Auden negli anni Trenta, "ma per quei pochi, l'interesse è appassionato". Esplorare le distese nebbiose delle grandi saghe nordiche medievali dove ancora si parla, pressoché immutato, il norreno degli antichi vichinghi; addentrarsi nei paesaggi di lava, fra cascate, geyser e fanghi bollenti; attraversare la calotta glaciale dello Snaefellsjökull... Sono queste le esperienze dell'anima. Vi aspettiamo! NOTA BENE Al di fuori di Reykjavik e della sua area, di alcune altre zone come Akureyri o in altri centri minori, NON ci sono hotel in Islanda assimilabili a quelli europei o italiani. In Islanda quasi tutti gli alloggi a disposizione dei turisti sono spartani, ma generalmente sono sufficientemente puliti. Il problema non è dunque trovare un alloggio decente, ma il costo: domanda elevata e offerta limitata portano a prezzi molto elevati per sistemazioni spesso modeste. Per ragioni tecnico- organizzative in fase di prenotazione o in corso di viaggio l’itinerario potrebbe subire delle modifiche, mantenendo invariate quanto più possibile le visite e le escursioni programmate. Le tariffe aeree che vi abbiamo proposto, prevedono classi di prenotazione a noi dedicate, con scadenza il 28 Febbraio 2022, soggette a disponibilità limitata di posti. In caso di successive prenotazioni ove venga richiesto il volo aereo, dovremmo verificare disponibilità e prezzi in vigore in quel momento. Primo giorno: Trasferimento in Islanda - pernottamento a Reykjavik Ore 11:00 Appuntamento all’Aeroporto di Milano Linate, appuntamento al banco SAS per il check-in dei voli con destinazione Keflavik, via Stoccolma Volo con scalo: Milano Linate / Stoccolma 13:00 - 15:40 LINARN KK28 1300 1540 Stoccolma / Keflavik (Reykjavik) 16:35 - 17:50 ARNKEF KK28 1635 1750 Trasferimento in Hotel in centro a Reykjavik, la capitale più settentrionale del mondo. Reykjavik non è soltanto la capitale dell’Islanda, ma è il cuore politico, economico e culturale dell’intera isola. La città di Reykjavik si trova nella parte sud-ovest dell’Islanda, nel golfo di Faxflòi e, al centro del suo panorama urbano, è situato il Lago Tjörnin, uno dei più noti dell’isola. Con quasi 24 ore di luce diurna durante l'estate, Reykjavík diventa davvero la città che non dorme mai! La città è circondata da paesaggi incredibili Check-in presso Hotel 4 Stelle in centro Pernottamento Secondo giorno: Golden Circle - Gullfoss - Geyser - Parco Nazionale di Þinguellir - Borgarnes Prima colazione in Hotel Lasciamo Reykjavik per iniziare il nostro viaggio alla scoperta dell'Islanda La prima tappa è una fattoria geotermica, dove scopriamo come vengono prodotti i pomodori vicino al circolo polare. A seguire, scopriamo la prima delle numerose cascate islandesi: Gullfoss, la “cascata d'oro” non è solo la cascata più conosciuta d'Islanda, bensì una delle più imponenti e sorprendenti dell'isola, grazie ai suoi 31 metri di altezza; Gullfoss è costituita da due cascate della portata di 109 metri cubi di acqua al secondo. Una vera e propria potenza della natura! Proseguiamo con la visita dell'area geotermica di Geyser, la cui sorgente di acqua calda ha dato il nome a tutti i geyser del mondo. La sua attività eruttiva, iniziata nel XIV secolo, è continuata fino ai primi del Novecento e dopo i terremoti del 2000 di tanto in tanto ha ripreso a emettere spruzzi alti fino a 50 metri. A pochi metri di distanza troviamo la sorgente Strokkur - il geyser più famoso al mondo - che lancia getti d'acqua e di vapore fino a 20 metri di altezza ogni sei minuti circa e alla temperatura di 90 gradi. Pranzo libero in corso di viaggio Proseguiamo per il Parco Nazionale di Þinguellir, che dal 930 al 1798 fu sede dell'Alþing, il Parlamento Islandese e la più antica assemblea legislativa d'Europa. Fu qui che, nell'anno 1000, l'Islanda, per volere del re norvegese Olaf II il santo, adottò il cristianesimo e sempre qui, il 17 giugno 1944, nacque la Repubblica islandese. Al suo interno si trova la faglia di Silfra, il punto di divisione fra le placche tettoniche del Nord-America e dell'Eurasia. Pranzo libero in corso di viaggio Prima di raggiungere Borgarnes, ci fermiamo ad ammirare il fiordo di Hval, conosciuto anche come il fiordo "delle balene". Check-in presso Hotel 3 Stelle Cena organizzata in Hotel Pernottamento Terzo giorno: Snaefellsness - Navigazione verso Fiordi Occidentali - Patreksfjordur Prima colazione in Hotel Iniziamo ad esplorare la penisola di Snaefellsness dove, nella parte più occidentale, troviamo il celebre ghiacciaio Snaefellsjökull - che come molti ghiacciai del paese è anche un vulcano - reso famoso da Jules Verne nel romanzo "Viaggio al Centro della Terra", come punto d'ingresso proprio per raggiungere il centro della terra. Ancora oggi è considerato un luogo energetico oggetto di studi esoterici. Come dei veri esploratori scendiamo a 35 metri di profondità sotto al ghiacciaio lungo un tunnel scavato nella lava, per addentrarci nel cuore dell'Islanda. Pranzo libero in corso di viaggio Pomeriggio, ci imbarchiamo dalla graziosa cittadina di Stykkishólmur per una escursione di due ore e mezza verso i mitici fiordi dell'Ovest, durante la quale ammireremo le innumerevoli isole lungo la costa e il ghiacciaio Snaefellsjökull Trasferimento nei pressi di Patreksfjordur, la traduzione letterale è “il fiordo di San Patrizio”, chiamato così in onore del reverendo Patrizio, dopo la conversione dell'Islanda al cristianesimo. Check-in presso Hotel nel cuore dei fiordi occidentali Cena organizzata in Hotel Pernottamento Quarto giorno: Fiordi Occidentali: Museo del Folklore e dei Trasporti - Látrabjarg - Rauđisandur - Patreksfjordur Prima colazione in Hotel Partenza lungo la strada costiera in direzione di Hnjótur, dove visiteremo il Museo del Folklore e dei Trasporti Il Museo conserva la storia locale attraverso una mostra pot-pourri di attrezzature per l'agricoltura e la pesca e altri oggetti unici di interesse storico raccolti dall'omonimo del museo, Egill Olafsson. Proseguiamo per le scogliere di Látrabjarg il punto più occidentale d'Europa e luogo estremamente adatto al birdwatching, dove, con un pizzico di fortuna, vedremo i pulcinella di mare, oltre ai cormorani, alle gazze marine, alle procellarie dei ghiacci, alle urie nere. Látrabjarg stupisce per i paesaggi e le dimensioni: in alcuni casi, infatti, le scogliere possono superare i 400 metri di altezza e si estendono per ben 14 chilometri! Pranzo libero in corso di viaggio A seguire, condizioni meteo permettendo, raggiungiamo la remota spiaggia di Rauđisandur, "la Spiaggia dalla Sabbia Rossa” Una lingua di sabbia gialla arancione enorme e lunghissima divisa da un istmo che si allarga e restringe a seconda della marea, dove le tonalità della sabbia variano continuamente a seconda dell'intensità della luce e delle maree; qui vivono colonie di foche e uccelli marini. Rientriamo in Hotel vicino al Patreksfjordur Cena organizzata in Hotel Pernottamento Quinto giorno: Arnarfjörður - Cascata Dynjandi - Breiđafiorđur Prima colazione in Hotel Prosegue il nostro viaggio attraverso montagne aspre e lungo coste scoscese fino al monumentale fiordo di Arnar, nella cui parete inferiore scopriamo la cascata Dynjandi, altresì chiamata "il velo della sposa" per il manto bianco d'acqua che ne ricopre la parete rocciosa. Dynjandi è una delle cascate più belle dell'Islanda e con i suoi 100 metri di dislivello, costituisce una delle cascate più impressionanti dell'isola. L'acqua sgorga da ben sette cascate, di cui Dynjandi rappresenta la più grande. Pranzo libero in corso di viaggio Lungo baie profonde, stretti tratti di pianure costiere disabitate e scogliere a picco giungiamo nei pressi di Breiđafiorđur, un luogo di pace assoluta. Il fiordo islandese di Breiðafjörður ha un paesaggio spettacolare formato da un mare poco profondo, piccoli fiordi e baie e la parte interna della zona intertidale tratteggiata da circa 3.000 isole, isolotti e scogli. L’area contiene circa la metà della zona intertidale dell’Islanda e la marea può raggiungere anche i sei metri. Lo strato roccioso fu formato durante un rift vulcanico nel tardo Cenozoico. L’area è formata da cumuli di lava basaltica che furono erosi in profondità nel Quaternario che creò i diversi siti geotermali, alcuni visitabili solamente nel periodo di bassa marea. Check-in presso Hotel 3 Stelle Cena organizzata in Hotel Pernottamento Sesto giorno: Búđardalur - Fattoria di Erik il Rosso - Akureyri Prima colazione in Hotel Proseguiamo il viaggio attraverso pascoli frequentati da cavalli selvatici, fattorie e minuscoli villaggi lungo strade secondarie che di tanto in tanto portano a una chiesetta isolata. Visitiamo la ricostruzione della fattoria di Erik il Rosso, celebre capo ed esploratore vichingo che giunse fino in Groenlandia, padre di Levi Eriksson, che a sua volta giunse sulle coste (americane) del "Vineland". All'interno dell fattoria troveremo troveremo cimeli vichinghi illustrati in modo divertente e divulgativo. Pranzo libero in corso di viaggio Dopo montagne, laghi, valli, tratti costieri e ampi spazi giungiamo alla capitale del nord, Akureyri Akureyri è la seconda città dell’Islanda, ma non immaginatevi una metropoli: infatti conta poco più di 17.000 abitanti. La città (che qualsiasi altra nazione definirebbe "paese") riesce comunque a far parlare di sé, forse per i suoi vivaci caffè, i ristoranti da buongustai e una spumeggiante vita notturna: una bella differenza rispetto agli altri centri dell’Islanda rurale. Akureyri si raccoglie alla testa del maggiore fiordo islandese, alla base di vette cinte di neve; in tutta la città aiuole di fiori, alberi e giardini ben tenuti ne celano la posizione, a un tiro di schioppo dal Circolo Polare Artico. Check-in presso Hotel 3 Stelle, in centro città Cena libera Pernottamento Settimo giorno: Siglufjörður - Museo delle Aringhe - Escursione in barca per avvistamento balene Prima colazione in Hotel La mattina raggiungiamo la capitale delle aringhe dell'Atlantico settentrionale: Siglufjörður è il centro abitato più a nord dell'Islanda. Qui il tempo sembra essersi fermato a qualche decennio fa. Le colorate casette in legno rivestite di latta conferiscono al centro storico di Siglufjörður un fascino senza precedenti, rendendolo così uno dei luoghi più caratteristici di tutta la Penisola di Tröllaskagi. Visitiamo il Museo delle Aringhe, il più grande museo marittimo del paese Nei tre edifici che occupa il museo, è possibile scoprire com'era la vita a Siglufjörður in quel periodo, più concretamente dagli inizi del XX secolo alla fine degli anni '60. Un autentico tuffo nel passato! Pranzo libero in corso di viaggio Pomeriggio, trasferimento a Húsavík per salpare a bordo di una barca per effettuare un'escursione di due ore lungo il fiordo e osservare balenottere e megattere che, di passaggio, compiono impressionanti acrobazie. Talvolta si incontrano anche delfini e focene. Al rientro in città, prima di raggiungere l'hotel per la cena, visitiamo la chiesa, che attraverso le sue vetrate istoriate narra la storia dei Cristiani in Islanda. Cena libera Pernottamento Ottavo giorno: Gođafoss - Lago Myvatn - Bagno presso sorgenti termali Prima colazione in Hotel Lasciamo Akureyri e partiamo verso sud per visitare la Cascata degli Dei, Gođafoss, una bellissima cascata di 12 metri di altezza e 30 di larghezza che vede la fusione delle acque del fiume Skjálfandafljót e un suggestivo paesaggio vulcanico. L'origine del nome è dovuto ad una leggenda islandese; dopo aver bandito il paganesimo dall'Islanda Þorgeir Ljósvetningagoði - uno dei principali governatori dell'isola di allora - lanciò nelle acque di Goðafoss tutti i suoi idoli pagani, sostituendo così gli dei vichinghi con il dio cristiano. Giungiamo poi al Lago di Myvatn dove vivono almeno 12 specie diverse di anatre, in colonie di migliaia di esemplari. Le anatre hanno scelto il "Lago delle Mosche", significato della parola Myvatn, perché ne sono ghiotte. Scopriamo una regione vulcanica dalle incredibili formazioni laviche a Dimmuborgir, formatesi per decine di metri d'altezza al contatto delle colate incandescenti con le fredde acque del lago. Le più elevate sono conosciute come "castelli neri", e formano grotte, mostri immaginari, figure zoomorfe e archi. Alcune sono dette "pseudo crateri" e si sono formate a seguito di violente esplosioni della lava che, superati i mille gradi, è venuta a contatto con l'acqua del lago. Pranzo libero in corso di viaggio Se le condizioni meteo lo consentono, nel pomeriggio possiamo fare il bagno presso le sorgenti geotermali del lago. Rientro in Hotel Cena organizzata in Hotel Pernottamento Nono giorno: Dettifoss - Borgafjörđur- Eystry Prima colazione in Hotel Partiamo alla volta della costa orientale, fino alla cascata più potente d'Europa, Dettifoss La cascata è stata originata da un violento terremoto che ha deviato il corso del fiume. Ora l’acqua si tuffa in un crepaccio di roccia basaltica dando origine ad uno spettacolare balzo di 44 metri che copre un fronte largo oltre 100 metri. Dopo aver attraversato un sentiero di lava, vi troverete davanti a tutta la magnificenza della “cascata dell’acqua che rovina”, questo il significato del suo nome, classificata come la più imponente d’Europa, per l’incredibile massa d’acqua resa scura dai detriti che trascina nel canyon Jökulsárgljúfur con un rumore assordante che toglie il fiato. Una meraviglia della natura! Pranzo libero in corso di viaggio Ripartiamo in direzione di Möđrudalur attraverso altipiani completamente disabitati e visitiamo la chiesa che un contadino eresse e dipinse in memoria della moglie defunta. Giungiamo al piccolo villaggio di Bakkagerđi, 120 abitanti, nella regione dei fiordi orientali, sul fianco della montagna. Check-in presso Hotel 2 Stelle Cena organizzata in Hotel Pernottamento Decimo giorno Jökulsárlón - Vatnajökull Prima colazione in Hotel Ancora coste spettacolari, minuscoli insediamenti di pescatori e fiordi a perdita d'occhio. Visitiamo un piccolo museo dedicato a quarzi, cristalli, rocce, zeoliti, tutti provenienti dai fiordi orientali. Pranzo libero in corso di viaggio Nel pomeriggio raggiungiamo Vatnajökull, il ghiacciaio più grande d'Europa, visibile da qualunque punto dell'Islanda sud-orientale. Attraversiamo la cittadina di Hofn lungo la Hringvegur, la Strada Anello (N.1) e giungiamo alla Laguna Jökulsárlón per osservare lo spettacolo degli iceberg di ghiaccio blu che galleggiano, alla deriva, dopo essersi separati dal ghiacciaio. Jökulsárlón è la laguna glaciale più famosa e più grande d'Islanda, con una superficie di circa 20 chilometri quadrati e oltre 200 metri di profondità. Le origini di questa suggestiva laguna glaciale sono alquanto recenti. Fino a neanche 100 anni fa, infatti, Jökulsárlón non esisteva, dal momento che il ghiacciaio Breiðamerkurjökull - una parte del ghiaccio Vatnajökull - si estendeva persino oltre la Ring Road. Una passeggiata sulla spiaggia ci porterà a salpare per una minicrociera a bordo degli Zodiac, piccoli gommoni, tra questi giganti di ghiaccio, sui quali, a volte, si lascia trasportare una foca. A seguire faremo una piccola passeggiata sulla Diamond Beach, ovvero la Spiaggia dei Diamanti. Con la bassa marea, gli iceberg rimangono intrappolati all'interno della costa, rendendo così possibile una passeggiata fra questi giganteschi diamanti di ghiaccio. Raggiungiamo il nostro nuovo hotel nella parte sud del Parco Nazionale Vatnajökull, il più vasto d'Europa Check-in presso Hotel 3 Stelle Cena organizzata presso il nostro Hotel Pernottamento Undicesimo giorno: Vik - Skógafoss - Seljalandsfoss - Lava Center di Hrolsvöllur - Reykjavik Prima colazione in Hotel Mattina, cominciamo a esplorare il parco, che copre il 14% dell'intero territorio Islandese. Passeggiamo ai margini dell'imponente ghiacciaio, poi proseguiamo lungo la costa meridionale attraverso la regione di Skaftafell. Una passeggiata sulla spiaggia di lava nera ci attende nel villaggio di Vik, fra scogliere popolate da migliaia di uccelli. Ammiriamo la Cascata di Skógafoss, spesso chiamata "la cascata perfetta". Con i suoi 62 metri di altezza e i suoi 30 metri di larghezza, si inserisce in un contesto naturale davvero impressionante: il getto d'acqua, infatti, cade su un letto di pietre nere che contrastano con il colore verde smeraldo dei pendii che circondano la cascata. Poi, dopo il pranzo libero, scopriamo in passeggiata le cascate di Seljalandsfoss da dietro, facendo attenzione a non scivolare sotto una doccia gelata. Procediamo verso il Lava Center di Hrolsvöllur, dove viene proiettato un documentario sulle recenti eruzioni vulcaniche. Raggiungiamo il nostro hotel a Reykjavik, poi usciamo a piedi alla scoperta della vita "notturna" (si fa per dire, dal momento che a luglio c'è sempre luce). Check-in presso Hotel 4 Stelle, in centro città Cena libera Pernottamento Dodicesimo giorno: Rientro a Milano Prima colazione in Hotel Trasferimento all'aeroporto di Keflavik Voli con destinazione Milano Malpensa, via Copenaghen Volo con scalo: Keflavik (Reykjavik) / Copenaghen 10:30 - 15:35 KEFCPH KK28 0930 1030 1535 Copenaghen / Milano Malpensa 17:10 - 19:15 CPHMXP KK28 1610 3 1710 1915 Arrivati all'aeroporto di Milano Malpensa un transfer privato porterà il nostro gruppo all'aeroporto di Milano Linate PREZZO A PERSONA DI PARTECIPAZIONE CON VOLO AEREO ANDATA E RITORNO € 4.190 cad. in camera doppia € 4.190 in camera singola + € 890 (supplemento complessivo per le 11 notti) - SOLO 2 CAMERE SINGOLE DISPONIBILI Possibilità di condivisione della camera doppia con un altro partecipante. PREZZO A PERSONA DI PARTECIPAZIONE SENZA VOLO AEREO ANDATA E RITORNO € 3.505 cad. in camera doppia € 3.050 in camera singola + € 890 (supplemento complessivo per le 11 notti) Il partecipante provvederà autonomamente all'acquisto del volo aereo, premurandosi di rispettare gli orari di arrivo e partenza del gruppo.

Link consigliati: Mi Guidi


[vai a tutte le news]   


NEWS

03/08/2022
DRITTI AL CUORE DEI BALCANI CON MAURIZIO ROSSI DAL 3 AL 15 AGOSTO 2022 DIREZIONE TECNICA: MI GUIDI MI
13 Giorni e 12 Notti Mezzi di trasporto: Aereo + Pullman. Prezzo da definire, ma le prenotazioni sono già partite!

04/07/2022
GRAN TOUR DELL'ISLANDA CON MAURIZIO ROSSI DAL 4 AL 15 LUGLIO 2022. ANCORA POCHISSIMI POSTI
Iceberg, ghiacciai, paesaggi incontaminati e fiordi selvaggi, vulcani e sorgenti termali, balene e coste strepitose, geyser e grotte laviche. Imperdibile!

18/04/2022
TERRAE INCOGNITAE, CIVILTA' PASTORALE E TRATTURI IN ABRUZZO E MOLISE CON MAURIZIO ROSSI
ASSICURAZIONI ANNULLAMENTO VIAGGIO, COVID-19, SPESE MEDICHE E BAGAGLIO INCLUSE NELLA QUOTA DAL 18 AL 24 APRILE 2022 - 7 GIORNI E 6 NOTTI

 
   
< indietro     ^ top   

   
   

VIAGGIAZALAY ®
Email: info@viaggiazalay.com

Conceived and developer by Hg Lab