ViaggiAzalay, turismo consapevole in Egitto

  Home > Chi siamo >ViaggiAzalay

martedý 17 settembre 2019
 

CHI SIAMO
Associazione culturale Azalai
Noi e l'Egitto

 
I NOSTRI VIAGGI  
INFORMAZIONI GIURIDICHE
INFORMAZIONI UTILI  
TURISMO CONSAPEVOLE
DARWISH  
TAPPETI & KILIM  
LINK  
VOI E L'EGITTO  
CONTACT  
Azalay sono carovane di dromedari cariche di sale

CHI SIAMO

"Buona cosa il sale, ma se il sale diventa senza sapore, con che cosa lo salerete?
Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri"


Marco, 9,50

Azalay sono carovane di dromedari cariche di sale che gli Amazighen del Sahara organizzano tra le miniere e le oasi.
Più precisamente tra le miniere di Taudenni e la città di Timbouctou, in Mali, e tra le miniere di Bilma e l'oasi di Agadez, in Niger.
Amazighen sono gli uomini liberi, i figli del vento: quelli che noi chiamiamo i "Tuaregh", gli uomini blu.

Zal in Tamachek-Tifinagh significa sale, un tempo pagato a peso d'oro nei mercati al di là dell'impero delle sabbie.
Gli Azalay esistono ancora. Non sono soltanto un sogno.

Ma non sono più tanti come un tempo, poiché oggi i deserti possono essere solcati dai camion e dai fuoristrada, che attraversano il tempo a grande velocità.
Il tempo, non il sale, viene pagato a peso d'oro nei mercati del mondo, oggi.
Noi però ci ostiniamo ad ascoltare il tempo che abbiamo dentro.
Anche perchè ci siamo resi conto che questo è un modo sano per economizzarlo davvero, e non perderlo mai.

Per noi il sale è un simbolo.

Il simbolo della vita vissuta, come il respiro, momento per momento, come il battito del cuore. Consequenziale e intenso.
Quando un figlio del vento copre il suo viso con il velo di indaco, dice: "proteggo il mio respiro".
Dall'arsura, dal clima secco del deserto, dal freddo della notte.
Ma respiro e anima sono una parola sola, in Tamachek, così il suo velo blu protegge anche la sua anima. Dall'aridità del cuore, dal gelo della solitudine.
Per vivere, vivere, non sopravvivere, bisogna darsi tempo.
Percorrere le strade più in fretta non significa vivere di più, nè risparmiare tempo.
Significa poter osservare meno: apprendere meno, capire meno, crescere meno.
Significa vivere di meno.

Saper organizzare il proprio tempo è cosa ben diversa dall'aver dimenticato che stiamo vivendo. Anzi, è esattamente l'opposto.
Saper organizzare il proprio tempo viaggiando è per noi un veicolo alle esperienze migliori che la vita possa donarci. Perchè è attraverso il viaggio che siamo cresciuti che abbiamo accumulato tante capacità e tanta storia interiore.
La nostra scuola, il nostro sale, i nostri desideri e i nostri obiettivi possono essere sintetizzati in due sole parole: VIAGGIARE CONSAPEVOLMENTE.


NEWS
05/07/2019
TAJIKISTAN E AFGHANISTAN CON MAURIZIO ROSSI: DALL'ALTIPIANO DEL PAMIR AL CORRIDOIO DEL WAKHAN ATTRAVERSO IL TRATTO PIU' REMOTO DELLE VIE DELLA SETA DAL 5 AL 22 LUGLIO 2019
18 GIORNI ATTRAVERSO IL TRATTO PIU' REMOTO, MISTERIOSO, SCONOSCIUTO DELLA VIA DELLA SETA, IN SICUREZZA E LONTANI DALLE ROTTE TURISTICHE, IN COMPAGNIA DI POPOLI FAVOLOSI

08/05/2018
GRAN TOUR DI PAKISTAN E AFGHANISTAN DALL'8 AL 23 MAGGIO 2018
Partenza da Venezia per Lahore, Pakistan Rientro da Mazar-e-Sharif, Afghanistan, per Venezia Numero massimo di partecipanti: 6/7

03/03/2018
TREKKING CULTURALI A BOLOGNA CON MAURIZIO ROSSI PER L'ASSOCIAZIONE AZALAI
Per tutti i giorni dell'anno su richiesta e secondo disponibilitÓ prenotando a: maurizio.rossi@viaggiazalay.com Durata: 3 ore (7 ore la giornata intera con sosta pranzo)

 
   
< indietro     ^ top   

   
   

VIAGGIAZALAY ®
Email: info@viaggiazalay.com

Conceived and developer by Hg Lab