ViaggiAzalay, turismo consapevole in Egitto

  Home > I nostri viaggi > ALBANIA E MONTENEGRO, IL CUORE SEGRETO DEI BALCANI

venerdì 19 luglio 2024
 

CHI SIAMO
 

I NOSTRI VIAGGI
 
INFORMAZIONI GIURIDICHE
INFORMAZIONI UTILI  
TURISMO CONSAPEVOLE
DARWISH  
TAPPETI & KILIM  
LINK  
VOI E L'EGITTO  
CONTACT  
Deserto egiziano
I NOSTRI VIAGGI

Cod. ALM01
ALBANIA E MONTENEGRO, IL CUORE SEGRETO DEI BALCANI

Abstract: Accompagnamento tecnico-culturale di maurizio rossi, 8 giorni d'emozione alla scoperta di un'Europa remota.


Descrizione: itinerario che racconta storia e cultura, dei Balcani meno conosciuti.
Si ammireranno antiche città, castelli, natura di un popolo, quello albanese, ospitale e nobile.



Timeline: 1° GIORNO : ITALIA - DURAZZO
Ritrovo dei signori partecipanti e partenza in bus per l’aeroporto. Disbrigo delle formalità d’ imbarco e partenza per Tirana con volo di linea via Monaco o Vienna. All’arrivo, incontro con la guida e visita della città: “Gli Albanesi”, un mosaico sulla facciata del museo storico nazionale, la statua di Skanderberg nell’omonima piazza, la moschea di “Et’hem Bey”, sempre nella stessa piazza. la Torre dell’Orologio vicino alla moschea di Et’hem Bey, i palazzi del governo: questi i principali monumenti nel cuore della capitale albanese. La chiesa cattolico-romana di Saint Paul, completata nel 2001, è la più grande a Tirana, co-dedicata a Madre Teresa, originaria dell’Albania. La chiesa ortodossa di St. Prokop fu costruita invece nel 1780.
I ponti “Tabakeve” e “Terzive” (rispettivamente di fronte alla casa del parlamento e su Elbasani Street), risalgono all’ inizio del XX secolo.
Il palazzo della cultura, dove si trovano il Teatro dell’Opera e del balletto e la Biblioteca Nazionale, fu terminato nel 1963 sul luogo dove sorgeva il Palazzo del Commercio di Tirana; il primo mattone fu posto dal presidente sovietico Nikita Khruschev nel 1959.
Il monumento della Madre dell’Albania, alto 12 metri, fu inaugurato nell’area cimiteriale di Deshmoret e Kombit, (1971).
L’ Accademia delle Scienze, la Galleria delle Arti Figurative, Il centro culturale internazionale, ora Museo Enver Hoxha, furono inaugurati nel 1988.
Il Mausoleo di Enver Hoxha, dalla forma vagamente piramidale, fu disegnato da un gruppo di architetti diretti dalla figlia del dittatore, Pranvera Hoxha e da suo marito Klement Kolaneci. Da diversi anni ormai è “chiuso per restauro”.
Il palazzo del Congresso e la residenza del Presidente, come altri importanti edifici amministrativi si trovano lungo Deshmoret e Kombit Boulevard, un concentrato di storia albanese. Il teatro dell’ Opera ha “sfornato” i migliori ballerini classici del mondo. Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio visita a un’ azienda vinicola con degustazione; si approfondirà l’aspetto socio-economico, visitando alcune aziende italiane, che negli ultimi anni hanno creato occupazione. Cena e pernottamento in hotel. Dopo cena possibilità di assistere a uno spettacolo di balletto o di musica classica al Teatro dell’Opera di Tirana.
2° GIORNO : DURAZZO - APOLLONIA – VALONA
Prima colazione in hotel e trasferimento in pullman a Durazzo di primo mattino. La storia si intreccia con l’archeologia e le diverse etnie albanesi.
Durazzo è il principale porto albanese: i più importanti edifici includono la biblioteca, il centro culturale, il teatro di Aleksander Moisiu, il teatro Estrada, il teatro delle marionette, l’orchestra filarmonica e i musei: aree musei: il Byzantine Forum, la Torre Veneziana, le mura della città antica, la mostra del folklore locale , il mosaico di Arapaj, il museo archeologico e l’ anfiteatro romano. Le spiagge della città sono molto frequentate dal turismo locale e straniero. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio proseguimento per Apollonia. Situata a 12 km dalla città di Fier, Apollonia fu costruita all’inizio del VII secolo a.C. da coloni greci provenienti da Corinto e Corfu’.
Era in epoca Romana una grande e fiorente città vicino al fiume Vjosa. Di grande interesse sono le mura, i monumenti di Agonothetes, la biblioteca, l’ Odeon, il Portico, la casa dei mosaici, il museo di Apollonia, la chiesa di Santa Maria, il museo, situato all’interno di un monastero nel cui cortile si trova una chiesa bizantina del XIV secolo.
Dopo la visita di Apollonia, partenza in direzione di Valona. Cena e pernottamento.
3° giorno: Valona – Saranda
Prima colazione in hotel.
Partenza per Saranda, percorrendo la strada costiera jonica attraverso montagne e spiagge. Tempo permettendo, breve sosta nei villaggi di Dhermi e Vunoi e al parco nazionale Llogara, immerso nella pineta. Sosta per una breve visita del Castello “Porto Palermo”, costruito dal Pashà ‘Ali di Tepelena.
Arrivo a Saranda nel pomeriggio. Tempo libero prima della cena in ristorante e pernottamento in hotel.
4 giorno : SARANDA – BUTRINTI - GJIROKASTRA
Prima colazione in hotel.
Partenza per il parco nazionale di Butrinti.
Reperti archeologici provano che durante il VII e VI Secolo a.C.
Butrinti era un centro urbano, ma fu solo durante il V secolo a.C. che si trasformò in una vera e propria città.
La piazza, il viale principale, un piccolo tempio e il teatro con 1500 posti furono costruiti prima della fine del IV secolo.
Il complesso del teatro e altri edifici tipo il tempio di Asklep (Esculapio), il portico, i bagni, formano la parte più bella e interessante della città, oggi patrimonio dell’Umanità protetto dall’Unesco.
Nell’alto Medioevo, Butrinti fiorì grazie alla costruzione del battistero, che ha forma circolare e un diametro di 13 metri, arricchito da un pavimento musivo con motivi geometrici e animali simbolici e sostenuto da due ordini di colonne granitiche. Pranzo in corso di escursione. Partenza per Gjirokastra.
Lungo la strada si effettuerà una sosta presso Syri Kalter (occhi blu) una sorgente carsica: l’acqua sgorga da un profondo pozzo formando un fiume limpido. La vegetazione circostante è pressoché impenetrabile.
Gjirokastra
“Città argentata” e Patrimonio dell’Umanità, un antico centro abitato di case-torri dai tetti in pietra, crocevia di culture, greca, romana, turca e albanese al contempo. Di grande interesse il museo delle armi (all’ interno del castello), il museo etnografico, e la caratteristica casa dei Zekate, un’ importante famiglia della città. Cena e pernottamento in hotel.
5°giorno: GJIROKASTRA - BERAT
Prima colazione in hotel e partenza per Berat. Pranzo in corso di escursione.
Città museo nota per la sua architettura e la bellezza del paesaggio, Berat è conosciuta come la “Città dalle mille finestre” multicolori.
La cittadella si affaccia sul fiume, sulla città moderna e sul vecchio quartiere cristiano oltre il fiume. Berat moderna è divisa in tre parti dal fiume Ossum: Goritsa, (piccola montagna), Mangalem e Kalaja: quest’ultima è un quartiere residenziale: al suo interno si trova l’antica cittadella bizantina.
In città si trovano una moschea del XV secolo e numerose chiese ortodosse, la cui indipendenza da Costantinopoli fu proclamata nel 1922.
Molte chiese ospitano le opere del pittore di icone Onufri (XVI secolo), la maggior parte delle quali sono conservate nell’omonimo museo.
Cena libera e pernottamento in hotel.
6° giorno : BERAT - KRUJA – SKUTARi
Prima colazione in hotel. Partenza per Kruja, località turistica adagiata sopra un panoramico versante.
I principali punti di interesse includono il castello ristrutturato e la cittadella, il museo Skanderberg, situato all’interno del castello, l’antico bazar medioevale.
Nella cittadella si trova una casa restaurata dell’epoca ottomana, ora sede del Museo Etnografico. Pranzo previsto in una tipica casa albanese.
Nel primo pomeriggio si assisterà a uno spettacolo folkloristico di antiche danze albanesi; successivamente, partenza per Skutari. Cena e pernottamento in hotel.
7° giorno: SKUTARI - PODGORICA
Prima colazione in hotel.
Il monumento più importante della città è il castello sulla collina alle porte della città; questo castello fu costruito nel IV secolo a.C. Il suo nome è "Rozafa". La città di Scutari in generale presenta tappe diverse di costruzione, che vanno dal periodo illirico fino ai giorni nostri; la città vecchia è formata dai diversi quartieri intorno al Castello di Rozafa, arrivano fino al nord della città, con abitazioni costruite con le rovine delle mura illiriche, romano-bizantine e veneziane e con abitazioni storiche del periodo ottomano. Uno degli edifici storici più importanti dei quartieri cattolici è la Cattedrale della città, chiamata "Kisha e Madhe" ovvero Chiesa Grande. Questo edificio, come monumento religioso è esistito fino al 1967, fu poi trasformato in impianto sportivo. La storia della Cattedrale ha origini antiche. Il governo Ottomano non ostacolò la costruzione di chiese, per i bisogni dei credenti, perché la libertà di religione fu sempre garantita a partire dal Sultano Mehmet II Fatih, il conquistatore di Costantinopoli.
L’orologio inglese è l'unico edificio di Scutari che ha l'aspetto di un castello del periodo della nobiltà medievale albanese. La casa insieme alla torre dell'orologio è stata costruita con gli ingenti fondi del Lord inglese Paget venuto per diffondere il protestantesimo. Pranzo in città dopo la visita e partenza per il Montenegro nel primo pomeriggio, con attraversamento di confine al valico di Hani-i-Hoti, lungo la via costiera; arrivo a Podgorica, tempo permettendo, per una prima visita: situata sulle rive di sei fiumi, la capitale del Montenegro presenta le caratteristiche di una moderna città europea. Guardando i suoi edifici, il visitatore potrebbe pensare che la città sia appena sorta sulle rive dei fiumi Moraca, Ribnica, Zeta, Sitnica, Mareza e Cijevna. Ma dietro la città moderna si possono riconoscere facilmente le tracce di una lunga tradizione. È sufficiente camminare lungo una via qualsiasi del centro storico, come Hercegovacka Street.
Duemila anni fa, alla foce dei fiumi Ribnica e Moraca sorgeva la città illirica e romana di Birziminium. Nel punto in cui il fiume Zeta confluisce nel fiume Moraca si trovano i resti della splendida Duklja, un suggestivo sito archeologico. Nel 1326 Podgorica prese il nome dalla collina Gorica, situata nella parte settentrionale della città. Dal 1946 al 1990 venne chiamata ufficialmente Titograd. Si può vedere una bella immagine dell’antica Podgorica visitando l’insediamento di Varos. Esso è dominato dall’alta Sat-kula (torre dell’orologio) in pietra che funziona come un faro ed è uno dei simboli della città. Podgorica si trova a 44 metri sul livello del mare, a soli 100 chilometri da rinomati centri costieri e dalla prestigiosa località turistica invernale di Bjelasica. A sole due ore in auto, si può passare dallo sci d’acqua allo sci sulla neve. Non lontano dalla città si trova il Lago di Skadar che, insieme alla soleggiata valle di Zetska, è un vero e proprio eden. Il clima consente di ottenere vini eccellenti, come il Vranac e il Procorden, nonché l’ottimo rakija o brandy a base di uva, chiamato anche "acqua della vita". Cena in locale tipico e pernottamento in hotel.
8° giorno: PODGORICA - ITALIA
Dopo la prima colazione in hotel, proseguimento della visita di Podgorica e successivo trasferimento in aeroporto. Disbrigo delle formalità d’ imbarco e partenza per l’Italia (uno scalo previsto) con arrivo in tarda serata nell’aeroporto prescelto.



Mezzo di trasporto: Voli di linea, minibus turistico.

Costo: Quota per persona: 1890 euro Supplementi: Camera singola 345 euro LA QUOTA COMPRENDE:  Volo in classe economica  Tutti i trasferimenti  Visite ed escursioni come da programma con bus con a/c  Guida locale parlante italiano  Hotels cat. 4*/5*  Camere doppie  Pasti come da programma.  Assicurazione medico/bagaglio/annullamento viaggio.  Documentazioni di viaggio  Accompagnatore tecnico-culturale  mance LA QUOTA NON COMPRENDE: mance per facchinaggio Eventuali spettacoli serali facoltativi bevande – extra in genere e tutto quanto non espressamente menzionato sotto la voce comprende [Nota]

Informazioni giuridiche

  Stampa


NEWS

21/11/2024
GRAN TOUR DELL'EGITTO CON MAURIZIO ROSSI
Dal 21 novembre al primo dicembre l'Egitto c'è non l'avete visto e raccontato da archeologi professionisti

03/08/2022
DRITTI AL CUORE DEI BALCANI CON MAURIZIO ROSSI DAL 3 AL 15 AGOSTO 2022 DIREZIONE TECNICA: MI GUIDI MI
13 Giorni e 12 Notti Mezzi di trasporto: Aereo + Pullman. Prezzo da definire, ma le prenotazioni sono già partite!

04/07/2022
GRAN TOUR DELL'ISLANDA CON MAURIZIO ROSSI DAL 4 AL 15 LUGLIO 2022. ANCORA POCHISSIMI POSTI
Iceberg, ghiacciai, paesaggi incontaminati e fiordi selvaggi, vulcani e sorgenti termali, balene e coste strepitose, geyser e grotte laviche. Imperdibile!

 
   
< altri viaggi     < indietro     ^ top   

   
   

VIAGGIAZALAY ®
Email: info@viaggiazalay.com

Conceived and developer by Hg Lab